Artiterapie

Artiterapie

…ma cosa sono le artiterapie?

Ho incontrato l’arte come cura per la prima volta in un periodo della mia vita in cui mi sentivo emotivamente bloccata. Ho iniziato a dipingere e disegnare da autodidatta, non per creare qualcosa di specifico, ma per cercare di esprimere il disagio che avevo dentro.

Solo diversi anni dopo ho capito cosa mi era accaduto: avevo incontrato il potere curativo della creatività.

 

Intuito, curiosità, benessere.

Per me si muovono intorno a questi tre concetti, ma il significato di arteterapia potrebbe forse sintetizzarsi così:

arte + psicologia = arteterapia

Se ne hai sentito parlare, se pensi che arteterapia sia dipingere o colorare disegni antistress, o se sei confusa, ti capisco. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.
L’arteterapia è un percorso di crescita e consapevolezza guidato da un esperto.
E’ un linguaggio espressivo universale. Non lasciarti ingannare da quella vocina dentro di te che dice: “ma io non sono creativa”. L’espressività emotiva appartiene a tutti e non solo a persone “creative”.

Non conta l’estetica, ma il processo, ovvero cosa accade quando si crea qualcosa che ci rappresenta durante la sessione di artetetapia.
Generalmente le artiterapie facilitano l’apertura, l’insight e la consapevolezza e aiutano a sbloccare e sciogliere vissuti dolorosi. Per questo vengono impiegate anche come supporto a percorsi di psicoterapia di altri approcci per sbloccare traumi.
L’arteterapia è definita spesso come linguaggio non verbale, e questo è uno degli aspetti che la rende molto potente e immediata. Riesce a bypassare la razionalizzazione e lascia emergere alla coscienza contenuti inconsci.

Rispetto alle artiterapie, il counseling espressivo si distingue nella durata (spesso non supera 14-15 sessioni); la verbalizzazione che avviene dopo aver creato l’elaborato viene guidata con tecniche non interpretative le quali, anche se esplorative, non sono di tipo regressivo, ma fatte nell’ottica del benessere nel qui ed ora.

Artiterapie

A chi può servire

L’arteterapia si può applicare in tantissimi interventi, sia nel benessere e nella crescita personale, sia nell’ambito clinico o aziendale. Può rivolgersi ad adulti, anziani, adolescenti e bambini. Può essere usata individualmente o in gruppo.

Per me il fascino delle artiterapie è legato anche alla loro versatilità nei metodi ( no, non si dipinge soltanto! ):
si possono creare oggetti, si può scrivere, disegnare, usare la fotografia o fare collage… Ci sono tantissime altre varianti:  la danza, la musica, il teatro.

Io ho scelto di formarmi in modo integrato, sperimentando tante modalità con le quali le artiterapie si manifestano. Successivamente, mi sono focalizzata sul mandala e sulla scrittura, creando il percorso Profondità.

Mandala

 … e sulle tecniche di collage e SoulCollage©, attraverso il percorso Intuito.

Intuito SoulCollage