Giveaway

Condividi su: Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

I miei disegni emotivi

Questa è la sorpresa che dedico a tutti i partecipanti del Giveaway 2013: ho pensato di fare degli sketch basati sull’emotività che mi hanno suscitato le vostre parole. I disegni emotivi non sono altro che sketch “istintivi” basati sulle immagini che possono affiorare alla mente.


Vincitori Giveaway:

1° Premio per Alessandra, commento n. 6

2° Premio per Marika, commento n. 13

Come promesso, per tutti i partecipanti ci sarà una piccola sorpresa, che rivelerò fra qualche giorno, giusto il tempo per realizzarla :)

Grazie a tutti per la condivisione e le emozioni che mi avete regalato con le vostre parole.


Giveaway shopper 2013

giveaway Lisa Massei

Prima di chiudere l’anno ho pensato di fare un giveaway. Ma che cos’è? Letteralmente significa “omaggio“, “regalo“. In pratica si tratta di un mini concorso legato alla promozione di un prodotto e alla visibilità di una azienda o di un professionista; è molto usato dai blogger e dagli illustratori. Partecipare è semplice e consiste nel commentare o condividere su social network una pagina web.

Ma veniamo a noi: invece di farvi commentare casualmente o condividere un articolo, ho pensato di chiedervi qualcosa di un pochino più creativo. Di seguito riporto le regole per partecipare. In premio ci saranno due borsine (realizzate con le mie illustrazioni) per i primi due classificati.

1) Tema del concorso: la luce. Chi vuole partecipare deve commentare questo post con una poesia, oppure una citazione di un autore noto o di propria invenzione, rispettando il tema proposto. Potete anche condividerlo sul vostro sito/blog o social network, ma non è obbligatorio (anche se gradito :) ).

2) Le due poesie/citazioni che mi piaceranno di più vinceranno una delle due borsine e i due vincitori verranno contattati per potergli spedire il premio.

3) Avete tempo fino al 7 Dicembre 2013 incluso.

4) Qui sotto trovate le immagini delle due borsine in regalo.

Grazie a tutti quelli che vorranno partecipare.

Lisa Massei

 

1° PREMIO BORSINA DI JUTA

 

2° PREMIO BORSINA DI STOFFA CON TASCHINA INTERNA

32 risposte a Giveaway

  • Pingback: Giveaway 2013 - Studio Grafico Iridee

  • Jennifer scrive:

    1.
    Luce. Nome comune di cosa o di casa;
    un sentito di chi non ha vista.
    Dondola un fanciullo sulla sua curva schiena.

  • Rossana scrive:

    2.
    Com’è grande il mondo alla luce delle lampade e com’è piccolo agli occhi del ricordo.

    (Charles Baudelaire)

  • Valentina Diana scrive:

    3.
    Letizia
    Uscita dal buio
    Curiosa, creativa, colorata, calda, cuore
    Energia.

  • 4.
    “suono” scritto 音 in giapponese significa “si alza la luce”. Mi sembra molto interessante e suggestivo…

  • Corrado scrive:

    5.
    La luce di una lampadina può illuminare una casa, quella del cuore due persone, quella del cervello tutto il mondo.

  • Alessandra scrive:

    6.
    Come un bambino
    gioca il Buio
    con i raggi della Luna.
    Corre a nascondersi
    e trepidante
    si lascia trovare.
    Da quella luce
    per tutta la notte
    si lascia abbracciare.

  • Alessandra scrive:

    7.
    Quando hai paura del buio accendi una luce, ciò ti permette di vedere che il buio è scappato.

  • Fabiola scrive:

    8.
    Camminando nel buio più profondo
    arranchi fino a toccarne il fondo
    in un tunnel che sembra senza fine
    arrivi a un bivio e scopri il tuo confine
    compi una scelta è faticosa
    ma almeno ora il cuore si riposa

    solo così dai spazio al tuo respiro
    ti grida dentro
    apri gli occhi
    sei vivo

    e da quel buio riaccendi la speranza
    ecco la luce! che bella! e come danza!

    danza il mio cuore a cui ho perdononato
    di soffocarmi in quel buio malato

    danza il mio corpo nella luce del sole
    nel riconoscersi di meritare amore

    allora tutto non è più nero
    grazie luce che restitusci il sereno

    Fabiola

  • Chiara Carlesi scrive:

    9.
    “Ogni cosa è illuminata” è il titolo di un bel film.

  • Marina scrive:

    10.
    LUCE

    Non c’è figlio che non sia mio figlio
    né ferita di cui non sento il dolore
    non c’è terra che non sia la mia terra
    non c’è vita che non meriti amore

    Mi commuovono ancora i sorrisi
    e le stelle nelle notti d’estate
    i silenzi della gente che parte
    e tutte queste strade

    Fa’ che non sia soltanto mia quest’illusione
    fa’ che non sia una follia
    credere ancora nelle persone

    Luce, luce dei miei occhi
    dove sei finita lascia che ti guardi
    dolce margherita
    prendi la tua strada scegli le parole
    fa’ che non si perda tutto quest’amore

    Non c’è voce che non sia la mia voce
    né ingiustizia di cui non porti l’offesa
    non c’è pace che non sia la mia pace
    non c’è guerra che non abbia una scusa

    Non c’è figlio che non sia mio figlio
    né speranza di cui non sento il calore
    non c’è rotta che non abbia una stella
    non c’è amore che non invochi amore

    Luce ,luce dei miei occhi
    vestiti di seta
    lascia che ti guardi
    dolce margherita
    prendi la tua strada e cerca le parole
    fa’ che non si perda tutto quest’amore

    Luce ,luce dei miei occhi
    dove sei finita lascia che ti guardi
    dolce margherita
    prendi la tua strada e cerca le parole
    fa’ che non si perda tutto quest’amore.

    (Fiorella Mannoia)

  • Rosanna scrive:

    11.
    23 novembre 1990 – Ore 5.45
    I miei occhi diventano pesanti.
    L’anestesia sta facendo effetto.
    Buio.
    Scende la notte nella mia mente.
    Non sento più il dolore, ma le mie orecchie continuano a sentire. Poi più nulla. Buio totale.

    Ore 16.30. Le mie orecchie risentono le voci nella stanza. I miei occhi ancora non vogliono aprirsi. Ma devono aprirsi.
    Lo voglio con tutte le mie forze.
    Luce!
    E’ accanto a me, che dorme nel suo lettino trasparente, la copertina bianca, il vestitino azzurro, quello che avevo scelto per lui e la sua carnagione colore di una rosa.
    Luce! Luce assoluta, pura e bianca. Da quel momento per sempre nella mia mente.

  • 12.
    Luce per me è solo quella che illumina il mare a mezzogiorno.
    A quell’ora i raggi del sole si tuffano perpendicolari dentro l’acqua accendendone il colore di riflessi.
    Non posso fare altro che cercare quella luce dappertutto.
    Ma l’unico posto in cui la ritrovo è quello dove sono nata: la Sicilia.

  • Marika scrive:

    13.
    Possiamo perdonare un bambino quando ha paura del buio. La vera tragedia della vita è quando un uomo ha paura della luce.
    (Platone)

  • Caterina scrive:

    14.
    YELEEN – la luce
    Passa il vento
    Sulle nostre vite
    Spente apparentemente
    O poco udite
    Ma tutti noi abbiamo visto la luce.
    Io Pepe, Tupamaro,
    parlavo con gli insetti
    per sopravvivere
    perché vedevo la luce
    dal fondo del mio pozzo.
    Io, Giovanna, donna con l’armatura,
    nel fuoco ho visto la luce
    della mia fede
    e della mia certezza.
    Io Ernesto de la Serna,
    nella foresta equatoriale
    braccato
    vedevo la luce fra le foglie di palma
    e non ho distinto da quella
    la luce dello sparo
    che mi ha ucciso.
    Io Frida, artista, sono eternata,
    per la luce delle protesi
    che mi hanno inchiodata.
    Io Giordano, fucilato ad anni 18
    Ho visto la luce di un’Italia
    Che sognavo migliore.
    Io Ilaria, trapassata dalle armi
    Perché le armi avevo svelato,
    avevo per un attimo sperato
    che parlare potesse servire.
    Noi tutti spiriti nella luce
    Vivemmo nella luce abbagliante
    Dell’amore, della speranza, della dedizione.
    Noi tutti spiriti
    Spenti anzitempo
    Abbiamo brillato nel mondo
    Per un attimo di luce eterna,
    la migliore.

  • Giuseppe scrive:

    15.
    Mi illumino di immenso.
    (Ungaretti)

  • Federica Milio scrive:

    16.
    La nostra paura più profonda
    non è di essere inadeguati.
    La nostra paura più profonda,
    è di essere potenti oltre ogni limite.
    E’ la nostra luce, non la nostra ombra,
    a spaventarci di più.
    Ci domandiamo: ” Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? ”
    In realtà chi sei tu per NON esserlo?
    Siamo figli di Dio.
    Il nostro giocare in piccolo,
    non serve al mondo.
    Non c’è nulla di illuminato
    nello sminuire se stessi cosicchè gli altri
    non si sentano insicuri intorno a noi.
    Siamo tutti nati per risplendere,
    come fanno i bambini.
    Siamo nati per rendere manifesta
    la gloria di Dio che è dentro di noi.
    Non solo in alcuni di noi:
    è in ognuno di noi.
    E quando permettiamo alla nostra luce
    di risplendere, inconsapevolmente diamo
    agli altri la possibilità di fare lo stesso.
    E quando ci liberiamo dalle nostre paure,
    la nostra presenza
    automaticamente libera gli altri.

    (Marianne Williamson)

  • Romina Bramanti scrive:

    17.
    Luce lucente urlante carismatica emozionante

  • Samoa scrive:

    18.
    Luce è quella candela accesa sul davanzale che ti indica la via di casa quando sei perso nel bosco, è la fiammella che brucia dentro nel freddo dell’inverno circostante, è ciò che ti scalda al solo sguardo.

  • Fabiola scrive:

    19.
    ….siamo nella stessa lacrima,
    luce che cade dagli occhi…

    canzone di Elisa

  • Fabiola scrive:

    20.
    Limpido
    Universale
    Cenno di
    Eternità !! <3

  • Letizia scrive:

    21.
    Vien per entrambi l’alba.
    E l’Oriente mantiene la promessa purpurea
    alla collina,
    ed il meriggio distende l’azzurro
    finché una sola immensità ricopra
    due che sono divisi.

    (Emily Dickinson)

  • Corrado scrive:

    22.
    Luna
    Umile
    Consolatrice
    Eterna

  • Monica Nicolosi scrive:

    23.
    Avevo la testa bassa e cercavo la luce… non la trovavo. Nel buio della notte altri mi passavano accanto, non c’era luce nei loro occhi. Poi ho alzato gli occhi al cielo e ho visto le stelle. Ho capito. Solo guardando in alto puoi vedere la luce. E con la luce delle stelle nel tuo sguardo puoi illuminare chi ti passa accanto.

  • Silvia scrive:

    24.
    Dopo la pioggia

    Dopo la pioggia viene il sereno
    brilla in cielo l’arcobaleno.
    E’ come un ponte imbandierato
    e il sole ci passa festeggiato.
    E’ bello guardare a naso in su
    le sue bandiere rosse e blu.
    Però lo si vede, questo è male
    soltanto dopo il temporale.
    Non sarebbe più conveniente
    il temporale non farlo per niente?
    Un arcobaleno senza tempesta,
    questa si che sarebbe una festa.
    Sarebbe una festa per tutta la terra
    fare la pace prima della guerra.

    (Gianni Rodari)

  • Laura Poli scrive:

    25.
    Io venni al mondo per vedere il sole
    e all’imbrunire
    io canterò… Io canterò del sole
    nell’ora di morire.

    (Costantino Balmont)

  • Laura Poli scrive:
  • Alessandra scrive:

    Sono veramente felice di aver partecipato a questa iniziativa e averla condivisa con tutti voi… perché di “luce” c’è n’è veramente bisogno! Un grazie speciale a Lisa per l’iniziativa e per la shopper con ” il cuore”.

  • Angela scrive:

    … Non ho partecipato, ma ho gradito moltissimo leggere tutti i pensieri e poesie :) e già, abbiamo bisogno della luce, ne abbiamo bisogno per vedere l’orizzonte, ne abbiamo bisogno quando abbiamo paura, la luce ci fa ritrovare la strada perduta, ed è sempre la luce che ci aiuta a cogliere tutta la bellezza che ci circonda !
    Auguri alle vincitrici

  • Lisa Massei scrive:

    Grazie a tutti voi, a chi ha partecipato e anche a chi avrebbe voluto, a chi ha letto e condiviso :)

  • Pingback: Giveaway Lisa Massei, illustratrice | Lisa Massei

  • Pingback: Un pensiero per gli adulti: iniziare giocando (part. 1) - Studio Grafico Iridee

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>